I dispositivi digitali connessi a Internet

I dispositivi digitali, in inglese "device", esistono da parecchio tempo ma la loro diffusione ha avuto un incremento esponenziale dopo l'implementazione su vasta scala delle reti di comunicazione digitale che hanno consentito la connessione di questi dispositivi.

Prendendo a esempio la diffusione del dispositivo digitale per antonomasia, il Personal Computer o semplicemente PC, si può constatare che quando i computer non erano connessi alla rete Internet la digitalizzazione o il trasferimento di contenuti da supporti materiali al dispositivo e viceversa, oppure da un computer all'altro, rappresentavano un ostacolo consistente per un utilizzo proficuo e immediato del dispositivo digitale. La scansione dei documenti, la stampa e il trasferimento dei file - attraverso floppy-disk, cartucce di videogiochi, audiocassette, hard-disk portatili, cd-rom, dvd - avevano un costo in termini di tempo e risorse e costituivano un limite fisico e oggettivo alla diffusione dei personal computer.

Oggi, infatti, la capacità di un computer di elaborare informazioni è per molti utenti addirittura secondaria rispetto alle sue capacità di comunicazione e trasferimento delle informazioni attraverso reti geografiche.

Le reti geografiche consentono di collegare i dispositivi digitali a grandi distanze e in tutti i luoghi raggiunti dalle infrastrutture di comunicazione. Le reti geografiche si contrappongono alle reti locali, più comunemente denominate LAN (Local Area Network), che consentono il collegamento dei dispositivi digitali all'interno di uno stabile e che comunque esistono da parecchio tempo in ambito aziendale, universitario e della ricerca.

L'evoluzione tecnologica delle reti di comunicazione digitale su vasta scala e allo stesso tempo dei dispositivi digitali ha in pochi anni generato un ecosistema digitale e una nuova rivoluzione industriale.

I dispositivi digitali si sono moltiplicati sia per tipologia che per numero e di pari passo si sono moltiplicate le connessioni alle reti digitali.

Oltre ai Personal Computer (PC), sempre più performanti e specializzati in categorie - desktop, portatili, mini-computer - sono stati commercializzati con successo smartphone - il dispositivo digitale più utilizzato - tablet, e-book reader, smartwatch, smart speaker (assistenti vocali), console per videogiochi, modem-router e decine di altre tipologie di dispositivi digitali più o meno riconoscibili come tali, poiché sostitutivi o parte integrante di altre apparecchiature più tradizionali come foto e videocamere, televisori (smart-tv), home-cinema e hi-fi, elettronica per veicoli e fitness, condizionatori ed elettrodomestici di ogni tipo.

La digitalizzazione e la connessione delle apparecchiature per la casa ha dato un forte impulso a una nuova categoria merceologica, la domotica, mentre la possibilità di connettere alle reti digitali pressoché qualsiasi apparecchiatura elettronica, a esempio per verificarne lo stato o il funzionamento da remoto e in tempo reale, ha determinato la creazione della cosiddetta IoT (Internet of Things), la rete delle cose ovvero una rete digitale talmente pervasiva ed efficiente da poter supportare miliardi di apparecchiature sparse per il mondo.

La commercializzazione e diffusione di console per videogiochi, nonché dei kit VR (Virtual Reality) - dispositivi digitali per la realtà virtuale - ha avuto una forte impatto sulla cultura digitale e sull'industria dell'intrattenimento. Il valore complessivo del mercato mondiale dei videogiochi nel 2019 ha superato i 145 miliardi di dollari e continua a crescere a ritmi sostenuti. Dati impressionanti se paragonati al valore complessivo del mercato del cinema e della musica - circa 42 miliardi e 36 miliardi di dollari rispettivamente (dati 2017). Oltre che attraverso le console dedicate una parte consistente degli utenti usufruisce dei videogiochi attraverso smartphone e Personal Computer.

I cambiamenti generati dalla rivoluzione digitale non sono affatto conclusi, anzi avverranno in maniera sempre più veloce e pervasiva generando nuove opportunità ma anche rischi da non sottovalutare sia sul piano sociale, politico, economico e culturale che sul piano individuale e delle abitudini personali.

Nei prossimi articoli cercheremo di approfondire le principali tipologie di dispositivi digitali attualmente commercializzati e di fornire qualche informazione utile sulle reti digitali. Nel frattempo inviaci i tuoi commenti e suggerimenti.

Commenti

Post più popolari